Taj Mahal Agra India Passione Passaporto

Non sarà mai più lo stesso dopo un viaggio in India.

È facile che un viaggio ti incanti, soprattutto se scegli bene dove andare, se punti con minuzia una determinata destinazione da tanto tempo. Ma è molto difficile invece che un viaggio ti cambi.

Ecco, l’India ti cambia.

Stravolge te e stravolge anche i tuoi piani, cambia i tuoi pregiudizi e i tuoi giudizi, e ti fa andare oltre su una miriade di cose che prima davi per scontato.
E ti dimostra ogni giorno che la bellezza sta nelle cose semplici.

In questo paese ho provato tutte le emozioni possibili e che esistono in ogni essere umano: felicità, rabbia, stupore, ammirazione, imbarazzo, confusione, sorpresa.

Ho provato tristezza davanti alla povertà strappalacrime che c’è in ogni angolo e gioia davanti ai sorrisi della gente e ai mille colori delle città (basti pensare che in India c’è una città bianca, una blu e una rosa).

L’India prima di essere un viaggio è un’esperienza di vita che non potrà mai cambiarti in peggio ma solo in meglio.

E’ un viaggio che non è per tutti ma che farebbe bene a chiunque.

Paradossale vero? Ma va bene così, visto che il primo vero paradosso è l’India stessa.

Prima di iniziare concludo con la prima cosa che mi è venuta in mente appena atterrata in Italia alla fine del viaggio, una frase del grande Tiziano Terzani:

Il grande progresso materiale non è andato di pari passo con il nostro progresso spirituale. Anzi: forse l’uomo non è mai stato tanto povero da quando è diventato così ricco.

A buon intenditor, poche parole!

India Passione Passaporto Sara Rinaldis

L’itinerario

Ecco l’itinerario dettagliato del mio viaggio di dodici giorni in India.

In fondo all’articolo troverai anche dei suggerimenti e degli spunti per itinerari alternativi, per chi ha più giorni a disposizione o per chi preferisce valutare anche altre possibili tappe.

Itinerario India Passione Passaporto

Giorno 1: partenza da Milano Malpensa

Ho volato con un volo Aeroflot per Dehli, con scalo a Mosca, da Milano Malpensa. Puoi trovare anche voli diretti.

In totale sono circa 10 ore di volo.

Giorno 2: Dehli

Cerca di arrivare all’aeroporto di Dehli di prima mattina, così da dedicare la restante parte della giornata alla visita dei “must” della Old Dehli, la città vecchia.

Ci sono delle cose interessanti da vedere anche nella New Dehli. Ma se come me avrai poco tempo, ti consiglio di dedicarlo alla Old Dehli, che anche se più caotica, forte e impressionante, è la parte più autentica della capitale.

Rappresenta quella realtà che un po’ tutti ci immaginiamo quando pensiamo all’India.

Jama Masjid Dehli India Passione Passaporto

Giorno 3: Jodhpur

Benvenuti nel Rajastan!

E benvenuti a Jodhpur. La città blu. Nonché la prima città che ho visitato nel Rajastan. Mi è piaciuta tantissimo.

Mi sarebbe piaciuto avere a disposizione ancora una mezza giornata per continuare a scoprire tutti gli angoli e i vicoli blu di questa città. 

Avendo i giorni contati e volendo accelerare qualche spostamento, ho scelto di raggiungere Jodhpur in aereo. Da Dehli a Jodhpur ci sono più di 600 chilometri, quindi tantissime ore di macchina. Ho volato di prima mattina con Indigo da Dehli. In questo modo potrai visitarla nella restante parte della giornata.

Jodhpur Rajastan India Passione Passaporto

Giorno 4: Jodhpur – Ranakpur – Udaipur

(280 km e circa 5 ore di macchina)

Dopo che lascerai a malincuore Jodhpur, inizia il vero on the road. 

Se come me proseguirai il viaggio on the road con un driver allora ti consiglio le tappe intermedie che ho fatto io tra una città e l’altra. Se invece proseguirai con il treno o altri mezzi pubblici è tutta un’altra storia. In quest’ultimo caso devi considerare solo le destinazioni finali di ogni singolo giorno del mio itinerario.

Lungo la strada per Udaipur merita assolutamente una visita il tempio gianista di Ranakpur.

Sono un’amante dei templi. Adoro visitarli, conoscerne la storia, sapere a chi sono dedicati e ammirarne per ore l’estetica, che molte volte lascia a bocca aperta. Ecco, credimi se ti dico he questo tempio è in assoluto uno dei più belli che io abbia mai visitato. 

Ranakpur Rajastan India Passione Passaporto

Infine arriva ad Udaipur nel pomeriggio.

Giusto in tempo per fare un veloce giro di perlustrazione, per fare un aperitivo al tramonto sul Lake Pichola e per capire che la città bianca dell’India è davvero magica.

Udaipur Rajastan India Passione Passaporto

Giorno 5: Udaipur

Tutto il giorno a disposizione per la visita di Udaipur. Che bellezza.

In questa città si concentra il maggior numero di ristoranti romantici che io abbia mai visto in vita mia. Per non parlare dei rooftop e dei posti in cui fare aperitivo. Incantevoli. E tutti vista lago.

E’ gettonassimo il giro in barca sul lake Pichola. In effetti, merita. Ma fallo al tramonto. E’ senza dubbio l’orario migliore della giornata. Pensa che io l’ultimo tramonto del 2019 l’ho visto qui. E’ stato uno di quei momenti in cui mi sono sentita molto fortunata.

Lake Pichola Hotel Udaipur Rajastan India Passione Passaporto

Lake Pichola Udaipur Rajastan India Passione Passaporto

Giorno 6: Udaipur – Chittorgarh – Pushkar

(300 km e circa 5 ore di macchina)

Dopo il soggiorno a Udaipur sarai rigenerato. Puoi quindi proseguire il viaggio in direzione Pushkar.

Sulla strada fai una sosta a Chittorgarh, uno dei forti del Rajastan patrimonio dell’Umanità Unesco. Non mi ha entusiasmato ma ci sta come fermata per spezzare il viaggio.

Se come me, arriverai a Pushkar nel tardo pomeriggio, avrai un motivo in più per soggiornare nella bellissima haveli in cui sono stata io: potrai approfittarne per rilassarti un po’, gustarti una cena indiana in tranquillità e goderti la location bellissima e riposante. 

Inn Seventh Heaven Pushkar Rajastan India Passione Passaporto

Giorno 7: Pushkar – Jaipur

(150 km e circa 3 ore di macchina)

Dedica tutta la mattina alla visita di Pushkar, dei suoi templi e soprattutto del suo lago.

Il lago di Pushkar è considerato sacro e nelle sue acque si immergono i pellegrini indù. Il clima di spiritualità che si respira in questa piccola città è davvero memorabile.

Ascoltami bene: non sottovalutare Pushkar. E’ bellissima ed autentica.

Di tutte le città che ho visitato nel Rajastan è quella che più ha incarnato l’idea che avevo dell’India. E’ molto semplice, non ti aspettare nè sfarzo, nè tanti fronzoli. Ma vedrai che ti conquisterà e che respirerai un’atmosfera familiare in pochissimo tempo.

Pushkar Lake Rajastan India Passione Passaporto

Pushkar Rajastan India Passione Passaporto

Verso l’ora di pranzo (o primo pomeriggio) saluta Pushkar e prosegui verso Jaipur.

In base all’ora in cui arriverai ti consiglio la visita del Bapu Bazar, per un primo assaggio della città e per un primo round di shopping.

Giorno 8: Jaipur

Sei arrivato nella città rosa dell’India. Una delle più visitate e una di quelle a cui tutti i viaggiatori danno priorità se stanno in India solo per pochi giorni.

E’ rosa perchè nel 1876 il maharaja, per accogliere il principe di Galles, la fece dipingere di questo colore, considerato un colore simbolo dell’ospitalità.

Haha Mahal India Passione Passaporto

Patrika Gate Jaipur Rajastan India Passione Passaporto

La mattina, prima di iniziare la visita della città, ti consiglio di visitare il Forte Amber, situato ad Amer, a 11 chilometri da Jaipur.

Goditi la vista panoramica dal forte e il suo splendido stile: una miscela di architettura indù e architettura musulmana.

Amber Fort Aimer Jaipur India Rajastan Passione Passaporto

Amber Fort Jaipur Amer Rajastan India Passione Passaporto

Giorno 9: il Taj Mahal

Jaipur – Abhaneri – Fatehpur Sikri – Agra

(250 km e circa 5 ore di macchina)

Il Taj Mahal si trova ad Agra. Lungo la strada per Agra ti consiglio di fare due fermate intermedie che non ti deluderanno.

La prima è il villaggio di Abhaneri, famoso per il suo pozzo a gradini, il Chand Baori. Mentre la secondaè la “città fantasma” di Fatehpur Sikri, chiamata così perché, dopo essere stata costruita, è stata abbandonata dopo solo 15 anni. Impossibile non apprezzare il fascino decadente e l’architettura indo-islamica di questo posto.

Chand Baori Abhaneri India Passione Passaporto

Fatehpur Sikri Agra India Passione Passaporto

Fatehpur Sikri Agra India Passione Passaporto

Fatehpur Sikri Agra India Passione Passaporto

Dopodiché arriva il bello.

Arriva ad Agra a metà pomeriggio. Giusto in tempo per andare a vedere sua maestà, il Taj Mahal, nel suo vestito migliore: il tramonto. I colori di cui si tinge il cielo quando il giorno sta per finire rendono questo momento ancora più speciale.

Impossibile descrivere la grande bellezza, il candore accecante e l’eleganza senza tempo di questo mausoleo, che è considerato uno degli edifici più belli del mondo, nonché una delle sette meraviglie.

Le biglietterie dove puoi acquistare il biglietto d’ingresso chiudono alle 16.30. Quindi assicurati di arrivare prima di quest’orario.

Comunque, a prescindere, ti consiglio di arrivare non oltre le 16.30 per goderti la visita con calma. E’ doveroso ammirare il Taj da ogni angolatura possibile e immaginabile, scattare fotografie a 360 gradi e sperare che il sole tramonti il più lentamente possibile.

Taj Mahal Agra India Rajastan Passione Passaporto

Giorno 10: Agra – Dehli – Varanasi

Per recarsi a Varanasi esiste la possibilità di prendere il treno notturno direttamente da Agra, evitando così di ritornare a Dehli e vivendo anche l’esperienza del treno indiano. Tuttavia, nel periodo invernale (soprattutto in alcuni mesi, tra cui dicembre, quando sono andata io), c’è il rischio che molti treni non partano o ritardino notevolmente a causa della massiccia presenza di nebbia.

Io non volevo correre il rischio di non riuscire a vedere Varanasi, per cui ho preferito scegliere la strada che mi ci avrebbe condotto con più certezze. Ho quindi preso l’aereo da Dehli. Anche in questo caso ho volato con Indigo.

Inoltre, questa soluzione, ti permette di goderti Varanasi di sera e la sua celebre cerimonia notturna sulle rive del Gange.

Di notte, con le luci soffuse della città e il silenzio del Gange, c’è un’atmosfera di mistero e di sacralità che rende questo posto ancora più affascinante.

Varanasi India Uttar Pradesh Passione Passaporto

Giorno 11: Varanasi

Ti consiglio di dedicare tutto il tempo che hai a disposizione per visitare Varanasi. Da cima a fondo. Non perderti niente, mi raccomando.

Varanasi è l’India dei sogni. Il luogo più affascinante ed emozionante che io abbia mai visto. La vera chicca del viaggio.

Anche qui non sai quanto mi sia dispiaciuto non avere più tempo a disposizione per godermi quella che per me è stata la tappa più significativa e imperdibile di tutto il mio viaggio.

Viaggio che, ahimè,  si è qui concluso: ho preso un volo che, nel tardo pomeriggio, mi ha condotto all’aeroporto di Dehli, dove tutto è iniziato.

Varanasi Gange Uttar Pradesh India Passione Passaporto

Varanasi Manikarnika ghat Uttar Pradesh India Passione Passaporto

Varanasi Gange Uttar Pradesh India Passione Passaporto

Giorno 12: rientro in Italia

Il mio viaggio in India è terminato con il volo che mi ha riportato prima a Mosca e poi a Milano Malpensa.

Ricordati che il volo intercontinentale parte dal Terminal 3 dell’aeroporto di Dehli, mentre il volo da Varanasi arriva al Terminal 1. Assicurati di avere il tempo necessario per spostarti tra i due terminal (sono collegati tramite una navetta gratuita ogni 20 minuti).

Troverai informazioni dettagliate su cosa vedere, dove mangiare e dove dormire  in ogni città negli articoli dedicati alle singole destinazioni.

Nonché una bella carrellata di fotografie.

India Rajastan Passione Passaporto

Suggerimenti e itinerari alternativi

Se siete più fortunati di me e avete più giorni a disposizione a queste tappe consiglio di aggiungere:

  • Jaisalmer (la citta d’oro, quasi al confine con il Pakistan. Io, sempre per questioni di mancanza di tempo, ho dovuto scegliere tra Jaisalmer e Udaipur. Ho scelto Udaipur perchè ero fissata da tempo immemore e rifarei questa scelta altre mille volte. Non escludendo che Jaisalmer dev’essere pazzesca!)
  • Deserto del Thar (per dormire una notte nel deserto tra le dune e i cammelli)
  • Ranthambore Park (dove, durante un safari, esiste la possibilità di avvistare la tigre)

Se invece devi scegliere, sappi che nel Ranthambore non hai la certezza di vedere la tigre, anzi, purtroppo la possibilità è molto bassa. E gli altri animali che potrai vedere durante il safari non sono “niente di che”, intendo che non sono quelli che per esempio si vedono nei safari in Africa. Il Ranthambore è consigliato a chi ha molti giorni a disposizione e non deve scegliere. Allora un tentativo ha senso farlo.

Invece, se sei già stato nel deserto, pensa che il deserto è deserto da tutte le parti. Meglio optare per altre tappe uniche al mondo. Ad esempio Varanasi.

Invece, se da Dehli andrai a Jodhpur via terra, per spezzare il viaggio potrai visitare e dormire a Mandawa. Informati, dicono che sia molto carina.

Sappi che qualsiasi cosa tu sceglierai di vedere, andrà bene. Sono sicura che l’India saprà stupirti in ogni caso.

Chand Bhaori Abhaneri Agra india Passione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui