Fioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione Passaporto

La Fioritura dei campi di lenticchia di Castelluccio di Norcia, in Umbria, è una meraviglia della natura che si rinnova ogni anno e uno degli spettacoli più belli dell’estate italiana.

Viene anche chiamata “Fiorita del Piangrande di Castelluccio“, dal nome dell’altopiano dove ha luogo avviene la fioritura: una conca a 1452 metri di altezza, incorniciata dai Monti Sibillini e dominata dall’imponente Monte Vettore.

Sarebbe più corretto parlare delle Fioriture di Castelluccio di Norcia, visto che a sbocciare sono tanti tipi diversi di fiori. Il risultato è un vero e proprio tappeto floreale multicolore, tanto vasto da sembrare infinito e da riempire gli occhi e il cuore.

La prima cosa che c’è da sapere sulla fioritura è che avviene solo in un determinato periodo dell’anno.

La fioritura di Castelluccio di Norcia: QUANDO ANDARE E QUANTO DURA

Il periodo è quello che va da fine maggio a metà luglio.

Ma, come sempre quando si parla di fioriture, la data vera e propria non è calendarizzabile in modo preciso e dipende dall’andamento climatico della stagione.

Io, dopo aver calcolato ogni possibile congiunzione astrale e studiato le foto degli anni precedenti, ho scelto di andare a inizio luglio, precisamente durante il primo weekend: l’ho vista nel momento migliore e nel culmine del suo splendore.

Questo perchè le fioriture dei diversi tipi di fiori non sono sincrone, ognuna ha un diverso momento per sbocciare ed è solo verso la fine che tutte le specie floreali sono sbocciate. Per cuiprima si va, prima si rischia di non vedere tutti i colori.

Considera che, tenendo monitorato, sapevo che quest’anno era un po’ in ritardo. Molte volte raggiunge il suo splendore a fine giugno.

Ti consiglio di guardare la webcam dal sito ufficiale, per farti un’idea e vederla nel momento che preferisci.

GENERALMENTE IL PERIODIO DI MASSIMO SPLENDORE E’ TRA FINE GIUGNO E INIZIO LUGLIO.

Fioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione Passaporto

La fioritura di Castelluccio di Norcia: QUALI E QUANTE TIPOLOGIE DI FIORI

A maggio, il mese del risveglio, inizia a fiorire la gialla senape selvatica, seguita dai primissimi papaveri, che inizia a tingere di rosso la piana.

Con il passare dei giorni, si aggiungono sempre nuove note di colore e, indicativamente verso metà maggio, iniziano a comparire i primi spruzzi di bianco portati dalla camomilla e dal leucantemo. Poi, a seguire sempre a maggio, fiorisce anche lo “specchio di Venere”, una pianta fine ed elegante, dai fiori a campanula, che inizia a colorare i campi di un grazioso blu che può virare al violetto e al celeste.

Maggio è quindi il mese di preparazione alla vera fioritura, che vedrà il suo culmine dal mese di giugno in poi, a seconda degli anni, con la fioritura del fiordaliso, con il suo caratteristico violetto.

Ma ci sono anche violette, genzianelle, narcisi, trifogli, ranuncoli, acetoselle, grano, farro e.. lenticchie ovviamente.

La cosa che ho scoperto grazie ai raccontati dei locali è che la fioritura ogni anno è diversa, perché ogni anno predomina un colore diverso. Quest’anno, per esempio, oltre ad essere stata una delle più eccezionali delle ultime estati, ha vinto il rosso.

Non aspettarti uno spazio limitato, circoscritto e neanche troppo vasto. Ti troverai davanti a campi tanto immensi da sembrare infiniti. Inizierai a vedere un mosaico di colori in lontananza dal finestrino della macchina e, una volta arrivato, potresti camminare per ore senza finire mai.

Questo trionfo di colori è uno spettacolo floreale unico al mondo. Un arcobaleno naturale, le cui strisce sembrano pennellate di acquarello sulla tela di un pittore.

Una tela che, però, questa volta è un prato.

Hai visto che sullo sfondo, nelle pendici, c’è un bosco di conifere a forma di Italia?

È stato piantato nel 1961, in occasione del primo centenario del Regno d’Italia. Ad oggi è il simbolo della piana e un tratto caratteristico di questo paesaggio.

Fioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione PassaportoFioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione PassaportoFioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione PassaportoFioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione PassaportoFioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione PassaportoFioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione PassaportoFioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione Passaporto

La fioritura di Castelluccio di Norcia: PERCHE’ SI CHIAMA FIORITURA DELLE LENTICCHIA

Perchè nei campi viene coltivata la lenticchia, considerata l’oro del Piangrande.

Come succede sempre nei campi coltivati, oltre alla specie seminata si sviluppano anche altre specie vegetali definite “infestanti”, che si disperdono nei campi e di anno in anno li colonizzano.

In questo caso, invece, anziché essere è un problema è una vera fortuna, visto che è grazie a loro che si creano le fantastiche alternanze di colori nella piana.

E’ strano pensare che, questa meraviglia, non sia che una fioritura delle infestanti dei campi di lenticchia!

Fioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione Passaporto

La fioritura di Castelluccio di Norcia: COME ARRIVARE E CONSIGLI VARI

L’unico modo è quello di arrivare a Norcia e poi proseguire seguendo le indicazioni per Castelluccio.

Il Piangrande si trova a più di 1000 metri di altezza, per cui la strada è tortuosa, in salita e una corsia per senso di marcia, ma è ma asfaltata e facilmente percorribile.

Al di là delle indicazioni ti accorgerai di essere arrivato a destinazione perchè arriverai in un’enorme piana colorata e, sullo sfondo, arroccato su un monte, vedrai il paesino di Castelluccio di Norcia. Anche se devastato dagli effetti del terremoto del 2016, mi sarebbe piaciuto visitarlo, ma non sono riuscita per mancanza di tempo.

Nella piana (ma anche strada facendo) troverai punti di ristoro dove assaggiare le prelibatezze locali e spiazzi enormi dove parcheggiare la macchina, ma così enormi che non trovare posto, anche quando ci sono tantissimi visitatori, è davvero impossibile.

A proposito, ti consiglio di non andare nel weekend.

Io, purtroppo, sono stata costretta ad andarci di sabato e non scorderò mai la quantità di persone e di macchine presenti. Non tanto per la quantità di persone nei campi, perchè l’altopiano è talmente grande che assembrarsi è impossibile, la gente è sparsa ovunque e non ci sono affollamenti, quanto per la lunga coda in macchina per arrivare.

AVVERTENZE

E’ severamente vietato calpestare i prati in fiore.

E’ brutto e anche assurdo doverlo specificare, vero? Eppure è necessario. Ho visto turisti calpestare i fiori per fare una foto. Cosa che tra l’altro non è neanche indispensabile, visto che le foto sono stupende anche evitando di camminarci sopra.

Io mi sono seduta solo in quelle zone dei prati che erano, purtroppo, già state calpestate più e più volte. Ma solo perchè ero consapevole del fatto che il mio peso non avrebbe né peggiorato, né influito su una situazione già danneggiata. Altrimenti avrei ovviamente evitato e non mi sarebbe venuto neanche in mente.

Così come è vietato scavalcare le recinzioni e disperdere cartucce o altro nell’ambiente.

Questa festa della natura si mantiene nel tempo solo se, noi invitati, siamo in grado di rispettare i suoi protagonisti principali: i fiori!

Fioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione PassaportoFioritura Castelluccio di Norcia informazioni utili fioritura della lenticchia Umbria Italia Passione Passaporto

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui